LIBIA

Tour : "Festival di Ghadames 2009"


Tipologia tour
: tour archeologico folkloristico con partecipazione al festival di Ghadames e la visita di Leptis Magna, Sabratha e i villaggi berberi di Gharyan e Nalut
Durata : 8 giorni / 7 notti

Partenza unica
: il 24 ottobre,
minimo 4 partecipanti
Codice : LYTC803


Tour a partenza unica in occasione del festival di Ghadames, oasi alle porte del Sahara dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 1986 dall’UNESCO. Il Festival celebra il rituale della raccolta dei datteri ed è una delle manifestazioni folcloristiche più importanti di tutto il Sahara, capace di richiamare la partecipazione di popolazioni berbere, arabe, tuareg e nere dell’oasi, ma anche quelle confinanti dell’est algerino e del sud tunisino. Il festival si celebra con una serie di manifestazioni, sfilate in costume, canti, balli e musica delle diverse etnie, corse dei cavalli e dromedari.

1° giorno, 24 ottobre : Italia - - Tripoli
Partenza dall'Italia con volo di linea. Arrivo a Tripoli, assistenza e breve visita della città. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno, 25 ottobre : Tripoli – Leptis Magna - Tripoli
A 125 km sulla costa mediterranea a est di Tripoli sorgeva Leptis Magna in origine emporio fenicio, divenne poi insediamento punico legato a Cartagine e quindi ricca città romana, che conobbe diverse fasi di sviluppo fino a quando alla fine del II d.C. Settimio Severo volle la sua città natale grande e imponente: è uno dei luoghi archeologici più grandiosi dell’Africa romana. Nella visita si può seguire il progressivo ampliamento dell’insediamento urbano, dal foro vecchio al quartiere del teatro e del mercato, a quello delle terme di Adriano, fino all’imponente complesso severiano con la basilica giudiziaria e il nuovo foro sul quale svetta il tempio della famiglia imperiale: luoghi di una monumentalità marmorea spinta fino a eccessi barocchi. A sud-est, il grande anfiteatro collegato da imponenti viadotti all’ippodromo situato lungo il bordo del mare: un complesso che poteva contenere oltre 20.000 persone. Scrigno dimenticato, le terme dei cacciatori, presentano un ciclo di affreschi sulle cacce alle belve che si svolgevano nel circo rappresentati con efficace realismo e conservate in smaglianti colori. Ritorno a Tripoli. Sistemazione in hotel, pensione completa.

3° giorno, 26 ottobre : Tripoli – Sabratha - Tripoli
In mattinata proseguimento per Sabrata (70 km), insediamento commerciale fenicio che fece parte con Leptis Magna e Oea (l'odierna Tripoli) dell’impero di Cartagine. Divenne città romana nel 46 a.C. con la creazione della provincia d’Africa. Deve la sua fortuna al mare: un approdo precario durante le lunghe navigazioni mediterranee e punto terminale delle rotte terrestri, luogo di arrivo delle carovane provenienti dall’Africa nera che cercavano contatti con i mercanti navigatori ansiosi di mettere le mani sulle ricchezze provenienti da terre che nessuno aveva mai visto. Dal cardo si attraversano i quartieri residenziali, il foro, le basiliche, il tempio di Liber Pater, le terme a mare, per raggiungere, spettacolare nella sua grandiosità, il teatro. Lo sfondo è il mare e la scena – su tre piani – si staglia sul cielo: 108 colonne di marmo e granito, capitelli di fatture diverse, due grandi delfini in marmo ai lati del palcoscenico, delicati bassorilievi nei semicerchi del pulpito. Dopo pranzo partenza per Tripoli e visita del museo archeologico, dell’Arco di Marco Aurelio e della città vecchia. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

4° giorno, 27 ottobre : Tripoli – Nalut - Ghadames
Partenza verso sud. Pochi chilometri dopo Tripoli si incontra e si attraversa la Gefara, pianura costiera steppica, poi alcuni tornanti ci portano a Nalut. Nalut è una località situata sulla catena montuosa libica del Jabal Nafusa, su di una scarpata. E' un sito molto affascinante per il bel castello berbero che cela, nonchè per un antico granaio collettivo fortificato, vecchio circa 300 anni ed il bel panorama che offre su tutta la pianura sottostante. Il granaio comprende la zona per la vendita e centinaia di camere, utilizzate dalle famiglie che vendevano l'olio ed il grano sotto l'occhio vigile di un guardiano. Proseguimento per Ghadames attraverso il deserto pietroso, con arrivo verso sera, dopo aver percorso 600 km circa. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

5° e 6° giorno : Festival di Ghadames
Si svolge nella stupenda oasi Libica di Ghadames, protetta dal 1986 dall’UNESCO quale patrimonio dell’umanità per la sua peculiare architettura. Il Festival celebra la raccolta dei datteri, una della rare e della più importanti manifestazioni folkloritische di tutto il Sahara, capace di coinvolgere non soltanto le popolazioni berbere, arabe, Tuareg e nere dell’oasi, ma anche quelle confinanti dell’est algerino e del sud tunisino. Durante il festival hanno luogo tutta una serie di manifestazioni, spesso improvvisate o programmate all’ultimo momento, di sfilate in costume, di canti, balli e musica delle diverse etnie, di corse dei cavalli e dei dromedari, ma e soprattutto una festa spontanea popolare. In quei giorni ritornano infatti gli emigranti, si riaprano le vecchie case abbandonate nella Medina, si indossano gli abiti tradizionali, si celebrano matrimoni o si festeggiano fidanzamenti e ricorrenze. Con la scusa dei datteri, per tre giorni la città fantasma si rianima e ritorna ai migliori fasti di un passato ormai irripetibile. Un’occasione da non perdere per i turisti assetati di esotismo. Sistemazione in hotel, pensione completa.

7° giorno, 30 ottobre : Ghadames – Gharyan - Tripoli
Gharyran un tempo conosciuta come gasr Gharyan cioè il castello delle grotte, fa parte con Nalut, dei castelli granai berberi delle montagne. La giornata è dedicata alla visita delle case troglodite scavate nella roccia: un metodo caratteristico dei berberi per avere una temperatura costante sia d’inverno che d’estate. Nel pomeriggio rientro a Tripoli. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

8° giorno, 31 ottobre : Tripoli - - Roma
La mattina trasferimento in aeroporto. Imbarco sul volo per l’Italia.

 

Quota di partecipazione: 1.655 euro  
Valida per la partenza del 24 ottobre 09 4 o più persone  

La quota include:
  Volo di linea Afriqiyah Airways in partenza da Roma in classe economica (N), tasse aeroportuali escluse

  20 Kg. Di franchigia bagaglio
  Sistemazione negli hotel indicati, in camera doppia come indicato
  Pensione completa per tutto il tour tranne il primo e l’ultimo giorno (vedi dettaglio da programma)
  Trasferimenti
  Visite ed escursioni come da programma, con guida locale parlante italiano

La quota non include:
  Spese di ottenimento visto, modalità e costi da comunicare
  Timbro bilingue, modalità e costi da comunicare
  Tasse aeroportuali voli internazionali, circa 55 euro (quota da confermare all'emissione del biglietto)
  Ingresso ai siti archeologici e permessi fotografici circa 4/5 euro a sito (da pagare in loco)

  Eventuali tasse aeroportuali, di sicurezza e tasse doganali terrestri pagabili solamente in loco
  Bevande
  Mance
  Extra personali
  Quota gestione pratica, include assicurazione annullamento
(vedi condizioni e costi)

  Quanto non indicato alla voce “la quota include”

Supplementi:
  Partenze da altre città (con AirOne 180 euro, escluse tasse aeroportuali)
  Preventivi con altri operativi aerei e con altri Vettori, su richiesta

 

Hotel previsti o similari:

3*  Hotel Tehba / Hotel Adyafa     Tripoli         4 notti
3*  Al Waha / Al Khafila               Ghadames   3 notti

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.