BURKINA FASO e MALI

Tour : "Etnie del Sahel"


Tipologia tour
: Viaggio in fuoristrada alla scoperta
della storia e delle popolazioni del Mali.
Durata :
9 giorni / 7 notti
Partenze individuali : su richiesta.

Partenze
di gruppo : -
Periodo indicato :
tutto l’anno, tranne maggio e giugno.
Codice : MLTC0
902


1° giorno, sabato : Italia - - Ouagadougou
Partenza con volo di linea con coincidenza per Ougagadougou, arrivo in tarda serata, trasferimento, pernottamento in hotel.

2° giorno, domenica : Ouagadougou - Djenne
Al mattino partenza per il Mali, lungo la strada visita del Paese Mossi. I Mossi sono l’etnia Principale del Burkina Faso, infatti nella loro lingua (il Morè) il nome del paese significa letteralmente “ Il paese degli uomini puri”. I Mossi sono stati tra gli ultimi a sottostare alla colonizzazione e nella loro vita quotidiana hanno una forte impronta morale mutuata dalla loro educazione animista. Pranzo lungo il tragitto. Passaggio della frontiera e ingresso in Mali una pista ci porta a Somadougou e da qui, proseguendo una strada asfaltata raggiungiamo il fiume Bani che attraversiamo nel tardo pomeriggio su un traghetto molto pittoresco. Se ci sarà tempo primo tour della città. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno, lunedì : Djenne e il mercato del lunedì - Mopti
Oggi visitiamo Djennè, in occasione del suo coloratissimo mercato settimanale che verso mezzogiorno raggiunge il massimo dell’attività: Allevatori Peul, Pescatori Boso, Coltivatori Bobo tutti si ritrovano nella grande piazza antistante la grande moschea, trasformando una spianata polverosa in un incredibile acquarello i cui colori sono le genti i loro vestiti e le mercanzie che recano. Visita della città con i suoi vicoli che si aprono tra case in terra alte anche tre piani, i suoi palazzi tutti costruiti in adòbe (mattoni crudi) come la grande Moschea che con i suoi 45 metri di altezza rappresenta la più grande costruzione in terra del mondo. Visita di una scuola coranica. Dopo il pranzo partenza per Mopti, visita di questa cittadina posta alla confluenza di due grandi fiumi, Mopti riveste oggi un importanza fondamentale per Mali, poiché dal suo porto le imbarcazioni collegano via fiume regioni che altrimenti sarebbero completamente inaccessibili per buona parte dell’anno. Il suo mercato brulicante e carico di odori si sviluppa soprattutto intorno alla darsena, dove si mescola all’arrivo e al partire incessante delle enormi piroghe che si riempiono o si svuotano dei loro carichi di merce e di gente, il tutto in un atmosfera tanto frenetica da far girare la testa. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno, martedì : Moptì - Paese Dogon
Intensa giornata in 4x4 dedicata ai villaggi della falesia meridionali, in questa zona i Dogon si sono islamizzati e quindi hanno abbandonato la falesia costruendo delle fantasiose moschee in adobe, inoltre è qui possibile risalire fino in alto della falesia per visitare quello che nei villaggi animisti è ancora tabù, cioè le capanne dei feticci, spettacolari sono i villaggi di Endè Teli e di Kanikombolè, in questo villaggio si può osservare una bellissima moschea in stile misto e sincretico sudanese con le guglie e animista, le celle della moschea ricordano la casa dello sciamano. Risaliamo la Falesie e visita del villaggio di songo e delle pitture rupestri che raffigurano immagini e simboli mitologici, in serata arrivo a Bandiagara sistemazione nel locale hotel.

5° giorno, mercoledì : Paese Dogon
La mattina molto presto partenza in 4x4 alla volta dei villaggi Dogon di Falesia. I dogon si rifugiarono in questa regione montuosa intorno al XII secolo per sfuggire alle persecuzioni nei islamiche. L’eccezionale isolamento ha permesso alle loro tradizioni e alla loro religione animista di arrivare fino ai giorni nostri. Una volta discesa la Falesia che qui precipita direttamente sulla piana sabbiosa del “Seno Gondo” appare uno degli spettacoli più grandiosi di tutta l’Africa, lungo le pareti si trovano arroccate innumerevoli abitazioni e in alto si possono osservare le grotte e le abitazione dei Tellem, gli antichi abitanti di questa regione scacciati a loro volta dai Dogon. Le abitazioni di questo misterioso popolo che si trovano anche a parecchie centinaia di metri dal suolo vengono oggi usate dai Dogon come sepolcri e per custodire i “preziosi” feticci. Per giungere nei villaggi si deve compiere delle marce a piedi a volte faticose ma che vengono ampiamente ricompensate dallo spettacolo. Le abitazioni dogon sono costruite in genere su terrazzamenti, nella concessione familiare vi è inglobato il caratteristico granaio. I Dogon coltivano il poco terreno che riescono a strappare tra la roccia e le dune, impressionante è la capacità di arrampicarsi lungo i sentieri e i crepacci della falesia che hanno tutti i componenti di questa etnia. Nei villaggi spiccano le tugunà, si tratta luoghi in cui il consiglio degli anziani tratta tutte le questioni concernente la vita del villaggio, la loro caratteristica è di avere una enorme tettoia costruita con gli steli del miglio, più alta è la tettoia più vecchia è la tugunà. La pianta delle abitazioni Dogon simboleggia il corpo umano, se si ha l’occasione di osservarne una dall’alto si può riconoscere la forma della testa del busto, le braccia e le gambe. Pranzo al Sacco. Nel pomeriggio rientro a Sanga attraverso una spettacolare pista che si incunea in uno spacco della falesia, arrivo a Sanga, cena e pernottamento in hotel.

6° giorno, giovedì : Sanga – Seno Gondo - Ouaghouya
Al mattino partenza per il Seno Gondo un piana sabbiosa che cela numerose sorprese, qui troviamo i Dogon della Piana i loro villaggi sono molto diversi da quelli dei loro cugini della Falesia e dell’Altopiano, le case e i granai sono in Fango e di dimensioni maggiori e i Tugu’na si differenziano per le dimensioni, ma il maggior punto di interesse sono gli accampamenti dei nomadi Peul, questo popolo vive in capanne mobili e non è raro osservarli mentre si spostano alla ricerca di pascoli o di lavoro, poichè essi convivono con i Dogon allevando i loro bovini, in pratica sono i Cow-Boys o Butteri dell’Africa Occidentale, gli uomini sono in genere vestiti di una tunica e non si separano mai dal loro cappello a larga tesa e dal loro bastone con il quale conducono gli Zebù in maniera quasi impercettibile, le donne invece sono decorate da gioielli di ambra e tatuaggi all’Henne e portano sempre capigliature molto elaborate, il tutto sembra incredibile visto che per la maggior parte dell’anno non vivono neppure in una casa vera e propria eppure ogni mattina si presentano praticamente perfette con i capelli a posto i vestiti in ordine e il trucco perfetto. Attraversiamo la frontiera e arrivo a Ouaghouya, pernottamento in hotel.

7° giorno, venerdì : Ouaghouya - Ouagadougou
La mattina molto presto partenza in 4x4 alla volta di Ouagadougou. Stop a A Yako dove si manifestano tutte le contraddizioni di questo paese. Vediamo scene di una crudezza inimmaginabile: ovunque ci sono grandi buchi nel terreno, molto profondi, anche 20 metri, dove i lavoratori si calano (senza alcuna sicurezza) per scavare il terreno aurifero, portando la terra in superficie, altri con carriole la trasportano dove il terreno viene dilavato varie volte fino a ricavare piccole pagliuzze del prezioso metallo. Partenza per Ouagadougou. Pomeriggio dedicato al relax o alla visita della Ouagadougou, tipica metropoli dell'Africa Nera. Una città che non ha ancora smesso del tutto i panni del villaggio. Nonostante il cemento e l’asfalto la popolazione perpetua stili di vita dei villaggi d’origine. Anticamente la pianta della città era centrata sul Palazzo del Moro Naba, il Grande Imperatore dei Mossi. Il Palazzo esiste ancora, ma non sembra più essere il baricentro della città. E’ stato sostituito dal Mercato Centrale (recentemente incendiato), verso il quale tutte le strade confluiscono. In periferia, proprio accanto ai quartieri fieristici dell’Expo dedicata all’artigianato africano, centro artigianale in cui veri e propri artisti producono, espongono e vendono il risultato del loro lavoro. Cena in un ristorante caratteristico e pernottamento in hotel.

8° giorno, sabato : Ouagadougou - Il Paese Gourunsi - Ouagadougou - Partenza -
Al mattino presto partenza verso sud est per il paese dei Gourounsi. Di ceppo voltaico i Gourunsi costruiscono degli agglomerati abitativi a carattere famigliare, chiusi verso l’esterno essi possono avere dimensioni notevoli, tanto da costituire delle vere e proprie fortezze in “bancò”, le donne della famiglia le decorano con colori vivi raffigurando dei simboli ancestrali. Visita dei villaggi di Tièbelè, Tiakanè, e Koumbili. Rientro a Ouagadougou, camere a disposizione per il Day Use, in serata cena libera e partenza per l’aeroporto.

9° giorno, venerdì : Italia
Volo internazionale in coincidenza per l’Italia.

 

Quote di partecipazione: 1.780 euro 2.150 euro
Valide fino al 26 dicembre 2010 4 o più persone 2 persone

La quota include:
  Volo di linea Royal Air Maroc o Air France (classe R/N), tasse aeroportuali escluse

  20 Kg di franchigia bagaglio
  Sistemazione negli hotel indicati in camera doppia

  Pensione completa tranne la cena del 8° giorno
  Trasferimenti in vettura 4x4
  Visite ed escursioni come da programma
  Accompagnatore locale di lingua italiana o francese

La quota non include:
  Spese di ottenimento del visto Burkina Faso e Mali, da comunicare
  Tasse aeroportuali, dai AT 280 ai AF 375 euro circa (tariffa da confermare all'emissione del biglietto)

  Eventuali tasse aeroportuali, di sicurezza e tasse doganali terrestri pagabili solamente in loco bevande
  Tasse locali, Ingressi nei parchi, nei musei nelle chiese ecc.
  Acqua e bevande in generale
  Mance
  Extra personali
  Quota gestione pratica, include assicurazione annullamento
  Quanto non indicato alla voce "la quota include"

Supplementi:
  Sistemazione in camera singola, 250 euro

 

Hotel previsti o similari:

4*   Hotel              Ouagadougou     2 notti
-*   Djene–Djeno    Djenne               1 notte
-*   -                   Moptì                 1 notte
-*   La Falesie        Bandigara          1 notte
-*   La Guinna        Sanga               1 notte
-*   Hotel Amitie     Ouaghouya        1 notte

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.