MONGOLIA


Territorio
La Mongolia, posta tra la Russia e la Cina, ha una superficie è di 1.566.500 kmq, cinque volte l'Italia, e conta su una popolazione di circa 2 milioni di abitanti. Le caratteristiche morfologiche e meteorologiche del paese rendono difficili le condizioni di vita sul territorio mongolo, basti pensare che circa un terzo degli abitanti vivono nella capitale Ulaanbaatar. Fino al XX secolo il suo territorio era quasi il doppio, occupava infatti parte della Siberia e la Mongolia interna ora passata sotto il dominio cinese.

La Mongolia ha quattro zone geografiche distinte: a ovest i monti dell'Altai, a nord il territorio della taiga, dei grandi laghi e delle foreste di conifere, dal centro a est si stendono le steppe e la regione degli altopiani, a sud il deserto del Gobi.

La nazione mongola è uno dei paesi più alti del mondo con i suoi 1580 metri di altezza media sul livello del mare. La capitale Ulaanbaatar sorge a 1350 metri di altezza, la vetta più alta è il monte Tavanbogd 4374 metri, il fiume più lungo è il Selenga 615 chilometri che affluisce nel lago Baikal. Il lago più vasto è l'Uvs Nuur e nella stessa regione settentrionale è presente il più famoso lago Huvsgol Nuur.

 

Trasporti: strade, ferrovia e linee aeree
Le strade, che si snodano per circa 29000 chilometri, sono anch'esse collegate alle reti russe e cinesi. Le due principali arterie seguono una, il tratto ferroviario, l'altra si spande da est ad ovest della nazione. La maggior parte di esse però non sono asfaltate, ma egualmente percorribili con i fuoristrada 4x4 russi.

La ferrovia ha avuto grande importanza per la storia socio economica del paese, infatti prima della costruzione del primo tratto ferroviario, datato 1939, l'unico mezzo di trasporto era quello animale. Oggi il territorio è attraversato da Nord a Sud dalla Transmongolica, che si raccorda alla rete Russa e a quella Cinese. Nella parte orientale della Mongolia è inoltre presente una sua diramazione che collega la città di Cojbalsan.

Ciò che ha permesso alla Mongolia di sottrarsi all'eterno isolamento dettato dalla conformazione del territorio, sono stati i servizi aerei. La compagnia nazionale, la MIAT (Mongolian Civil Air Transport) collega infatti la capitale Ulaanbaatar, con Tokio, Pechino, Seul, Mosca e Berlino.

E' tutt'oggi molto importante anche la navigazione fluviale, sono navigabili il fiume Selenga, il fiume più lungo del paese, e il lago Hubsu.

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.