GALAPAGOS

Crociere alle Isole Galapagos : M/Y Coral I e II


Crociera di 3 notti
: da domenica a mercoledì
Crociera di 4 notti : da mercoledì a domenica
Crociera di 7 notti : da mercoledì a mercoledì o da domenica a domenica


ITINERARIO EST, 3 notti / 4 giorni

1° giorno, domenica : Baltra - Santa Cruz

Partenza da Quito o da Guayaquil per l’aeroporto di Baltra nelle Galapagos (circa 2 ore e mezzo di volo). I passeggeri sono accolti dalle guide all’aeroporto e sono portati al canale di Itabaca, per attraverseranno fino all’lsola di Santa Cruz e dirigersi verso Porto Ayora.
Santa Cruz (Altipiano) : Una possibilità è attraversare l’altipiano di Santa Cruz. I passeggeri potranno osservare due sprofondamenti vulcanici gemelli e visitare il Monte Chato, dove avranno l’opportunità di osservare le famose tartarughe giganti. I passeggeri, inoltre, potranno passeggiare dentro un grande tunnel di lava.

2° giorno, lunedí : Española
Española (Punta Suarez) : Sbarco a terra. I visitatori potranno conoscere di più i terreni di lava ed attraversare i campi inattivi di lava. A parte le colonie di otarie, questo è un posto molto importante per l’osservazione di uccelli. Molte specie come lo sparviero e l’uccello rosso tropicale possono essere scorte ed osservate da vicino. Oltrepassando i punti di nidificazione potrà raggiungere la più grande colonia di albatri ondeggianti. Da maggio a dicembre i loro rituali di accoppiamento sono il piatto forte della visita. Successivamente visiterà il famoso soffione dove gli spruzzi d’acqua raggiungono i 23 metri di altezza nell’aria.
Española (Baia Gardner) : Sbarco in acqua su una spiaggia di sabbia bianca corallina in mezzo a una grande colonia di otarie. In questo luogo non ci sono sentieri così non è possibile fare escursione. È un’area aperta dove si possono avvistare falchi delle Galapagos, uccelli americani ostricai, gabbiani delle Galapagos, sparvieri, 3 specie di fringuelli di Darwin, usignoli gialli, lucertole di lava, iguane marine. Luogo grandioso per nuotare e fare immersione, potrà vedere molte specie marine delle Galapagos come il pesce angelo, il pesce creolo, il pesce damigella, il pesce pappagallo, mante e squali dalla pinna bianca.

3° giorno, martedí : Floreana
Floreana (Punta Cormorano) : Sbarco in acqua su una spiaggia dalla sabbia verdastra. I vistatori potranno fare un’escursione dai letti di mangrovieti neri fino alla laguna. Questa grande laguna salmastra ospita una delle più grandi colonie di fenicotteri nelle Galapagos. Quest’ìsola è nota per le sue piante endemiche come la passiflora e la magrovia.I nuotatori subaquei dilettanti possono praticare nella spiaggia principale insieme alle allegre otarie, gli esperti possono scorazzare intorno alla Coronoa del Diavolo.
Floreana (Ufficio Postale) : Situata nella parte settentrionale della Isola Floreana, questa baia è chiamata così perché nel 1973, il Capitano James Colnett collocò un barile vuoto che doveva servire come una casella postale informale per i navigatori che passavano per le Galapagos portando con loro le lettere fino a destinazione.
Oggi i nostri visitatori continuano la tradizione collocando nel barile cartoline non affrancate che arriveranno gratis a destinazione. Ci possono impiegare settimane, a volte mesi, o a volte le lettere non arrivano affatto.
Con una breve passeggiata dal famos barile si può arrivare al tunnel formato da flussi di lava.
Lungo il sentiero si potranno osservare i cuculi delle Galapagos, alcune specie di fringuelli di Darwin, canarini gialli e lucertole di lava.
Dopo una piccola traversata in pagaia, avremo un sbarco a terra per visitare il Belvedere dove potremo goderci una vista spettacolare scortati da uccelli marini.
Floreana (Belvedere della Baronesa) : Dopo lo sbarco in acqua sul “Belvedere de la Baronesa”. la sua guida naturalista le racconterà i dettagli della misteriosa leggenda della Baronessa. Questo punto è situato nella parte settentrionale dell’isola Floreana. Si tratta di una formazione di tufo e basalto tra Punta Cormorano e la baia dell’Ufficio Postale. Percorrere questo tragitto è abbastanza semplice dato che sono stati tracciati alcuni scalini per ragioni di sicurezza.

4° giorno, mercoledí : Seymour Nord - Baltra
Sbarco a terra a Seymour Nord. Gli ospiti incontreranno alcuni “gabbiani della coda biforcata e otarie. Questo posto è il punto di nidificazione più grande di sule dalle zampe azzurre e ospita la colonia più grande di magnifiche fragate.
I turisti potranno anche vedere entrambe le specie endemiche di iguana, l’iguana marina e l’iguana terrestre. I passeggeri godranno di una piacevole gita in questo luogo. Sbarco dei passeggeri al porto (Baltra) dove potranno prendere un autobus fino all’aeroporto e così ritornare a casa in volo per Quito passando per Guayaquil.

ITINERARIO OVEST, 4 notti / 5 giorni

4° giorno, mercoledí : Baltra - Santa Cruz

Partenza da Quito o Guayaquil per l’aeroporto di Baltra nelle Galápagos (circa 2 ore e mezzo di volo). I passeggeri saranno ricevuti all’aeroporto e trasferiti al molo di Baltra per imbarcarsi su Coral I e Coral II.
Santa Cruz (Collina del Drago). Sbarco a terra. I passeggeri cammineranno fino ad una laguna salata visitata a volte da fenocitteri rosa. Dopo potrà fare un’escursione fino alla cima del Monte Dragon che offre una bella vista della baia. Quest’area è un posto di nidificazione della reintrodotte iguane terrestri e c’è anche una peculiare foresta di alberi di Scalesia.
Santa Cruz (Venezia) : Una traversata in pagaia intorno all’isolotto lungo la costa di Santa Cruz. Le iguane di terra che vivono a Venezia sono state protette sai cani randagi che vivono nell’isola di Santa Cruz. A santa Cruz è possibile osservare la vegetazione e gli animali marini come: l’aquila di mare chiazzata, razze dorate, triglie, squali della pinna bianca e pacifiche tatarughe verdi marineche riposono nelle quiete acque di grotte e canali

5° giorno, giovedí : Rábida - Santiago
Rábida (Jervis) : Sbarco in acqua sulla spiaggia di colore rosso per la sua origine vulcanica, frequentata da otarie. È considerata il centro geografico delle Galapagos perché qui si trova la più grande varietà di rocce vulcaniche di tutte le isole. Un breve sentiero conduce ad una laguna d’acqua salata, dove è possibile incontrare fenicotteri. Tra Luglio a Settembre è un buon periodo dell’anno per osservare come pellicani marroni si ricavano il loro nido tra i cespugli salati della laguna. È anche possibile osservare sule e 9 specie di fringuelli di Darwin. Si può fare una traversata in pagaia intorno alla scogliera così come fare un’immersione.
Santiago (Porto Egas) : Sbarco a terra su una spiaggia di sabbia scura. La maggior parte del paesaggio è costituita da distese di pietra di tufo e flussi di lava. L’area circostante offre molte punti da cui poter avvistare aironi cacciatori, grandi aironi azzurri, aironi vulcanici, beccacce di mare americane, e il grande airone notturno dalla corona gialla. I passeggeri potranno vedere con la bassa marea le iguana marine distendersi su letti di alghe e condividere gli spazi con i granchi rossi. Incontrerà anche una colonia di otarie impellicciate nuotando in profonde piscine dia cqua fredda. Qui si può nuotare e fare immersione alla ricerca di polipi, ippocampi, stelle marine.

6° giorno, venerdí : Fernandina - Isabela
Fernandina (Punta Espinosa) : Dopo uno sbarco a terra a Punta Espinosa, i passeggeri potranno vedere la più grande colonia di iguane marine insieme a granchi rossi e i nidi dei cormorani non volatori, i pinguini delle Galapagos, i falchi delle Galapagos, e otarie.
Nell’osservazione della flora e delle conformazioni vulcaniche dell’isola, i turisti più attenti potranno notare il “brachycereus cactus” e due tipi di conformazioni vulcaniche denominate “pa-hoe-hoe” lavica e ”AA”. Numerose aree di mangrovie si stendono verso mare, descrivendo un sano e rigoglioso ecosistema.
Isabela (Insenatura Tagus) : Sbarco a terra sulla più grande isola delle Galapagos.. Qui i visitatori potranno documentarsi meglio sull’eruzione dei cinque vulcani che ha dato origine a questa massa di terra.
Il sentiero tracciato conduce alla laguna Darwin d’acqua salata da dove si potrà godere di un eccellente panorama dei terreni lavici, circondati da singolari formazioni vulcaniche. Il tempo ci permette di osservare la vita marina. Molto spesso, i visitatori possono vedere pinguini delle Galapagos in questo luogo. La vista di alcuni graffiti datati al 1800 potrà aiutare i passeggeri a meglio apprezzare il rapporto esistente tra le isole ed il turismo di oggi. La maggior parte dei graffiti sembra essere stata elaborata da pirati e balenieri.

7° giorno, sabato : Bartolomé - Santa Cruz
Sbarco a terra a Bartolomé. Sull’isola i passeggeri potranno osservare le conformazioni vulcaniche del terreno e addirittura le esplosioni vulcaniche di vapore e cenere. Dopo un’escursione fino alla cima, i turisti potranno ammirare il piacevole panorama delle isole circostanti, compreso il cono di tufo eroso di “Pinnacle Rock”. Nell’escursione a Pinnacle Rock, i passeggeri si incroceranno con ampie colonie di iguane marine, le cosiddette “lucertole della lava”, e potranno ammirare i cespugli di piante pioniere e vari tipi di cactus.
I turisti potranno anche trovare un momento di relax facendo snorkelling. Qui è possibile vedere i pinguini delle Galapagos, le tartarughe marine, e gli squali dalla pinna bianca (questi ultimi sempre da una certa distanza di sicurezza).
Santa Cruz (Insenatura della Tartaruga Nera) : Arrivo alla Insenatura della Tartaruga Nera situata nei pressi della spiaggia di Las Bachas nella parte settentrionale della costa dell’isola Santa Cruz. Quest’ecursione permette ai passeggeri di effettuare una piacevole gita tra le mangrovie, nel corso della quale si spegnerà il motore esterno della piccola barca. Ciò permette l’osservazione a distanza ravvicinata di tartarughe marine, squali pinna bianca, aironi striati e aironi dalla testa gialla.

8° giorno, domenica : Santa Cruz - Baltra
Santa Cruz (Stazione di Ricerca Charles Darwin) : I turisti avranno l’opportunità di vistare la Stazione di Ricerca “Charles Darwin” a Porto Ayora. Questo centro è formato da scienziati di fama internazionale che svolgono ricerche biologiche su progetti di conservazione e tutela ambientale. Qui si possono anche ammirare le tartarughe giganti che fanno parte del programma di riproduzione della specie.
I turisti possono qui ammirare l’impressionante foresta di cactus giganti e i numerosi uccelli terrestri. Per la visita alla Stazione di Ricerca ci impiegheranno circa 40 minuti. Dopo questa visita, i turisti potranno avere un po’ di tempo libero per passeggiare nella cittadina di Puerto Ayora
Sbarco ai porti (Baltra). I passeggeri prenderanno un autobus per l’aeroporto da dove ripartiranno in volo verso la loro destinazione per Quito via Guayaquil.

 

 QUESTO ITINERARIO FA PARTE DEL VECCHIO CATALOGO DI NBTS VIAGGI

 I prezzi aggiornati sono visibili al nuovo sito ---> clicca qui

 

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.