GALAPAGOS

Crociere alle Isole Galapagos : M/Y Galapagos Legend


Crociera di 3 notti
: da lunedì a giovedì
Crociera di 4 notti : da giovedì a lunedì
Crociera di 7 notti : da giovedì a giovedì o da lunedì a lunedì


ITINERARIO EST, 3 notti / 4 giorni


1° giorno, lunedì : Baltra - Sombrero Chino
Partenza da Quito o da Guayaquil per l’aeroporto di Baltra. Il passeggero sarà ricevuto all’aeroporto dalle nostre guide e poi accompagnato al molo per l’imbarco sulla M/V Galapagos Legend.
Sombrero Chino : Sbarco in acqua, il passeggero avrà la possibilità di osservare una piccola colonia di otarie in un percorso di 1 ora. Una piacevole camminata condurrà i visitatori dall’altra parte dell’isola, e sulla strada del ritorno si potrà fare immersione subacquee in un mare dal colore turchese in compagnia degli otarie.

2° giorno, martedì : Santa Cruz - Floreana
Santa Cruz (La collina del Drago o Venezia) : Alle prime ore del mattino, dopo lo sbarco in acqua, i passeggeri potranno camminare per una laguna d’acqua salata vicino alla spiaggia. Gli appassionati di bird watching raccontano che a volte è possibile vedere un gran numero di Fenicotteri Rosa. Questo percorso porta fino alla Collina del Drago, da dove si gode di un meraviglioso panorama della baia. Quest’area ospita un numero considerevole di iguane terrestri, la cui specie è scrupolosamente tutelata dall’Istituto di Ricerca “Charles Darwin”. Sempre in quest’area cresce anche un singolare bosco di alberi Scalesia.
I passeggeri avranno l’opportunità di fare un’escursione in pagaia per l’isoletta di “Venezia” e poter ammirarne la vegetazione e i vari animali marini: aironi striati e aironi dalla testa gialla, mante, squali e tartarughe marine che riposano nelle acque calme tra insenature e canali. Dalla pagaia si potranno osservare anche iguana terrestri.
Floreana (Punta Cormorano) : Sbarco in acqua su una spiaggia dalla sabbia verdastra. I passeggeri procederanno lungo un cammino che va dalla Mangrovia Nera all’altra parte della laguna. L’ampia e salmastra laguna ospita una delle più grandi colonie di fenicotteri delle Galapagos. Quest’isola è nota per la sua endemica vita vegetale dato che mostra una varietà di piante come: la Galapagos millwork, il fiore della passione, e una particolare specie di mangrovia.
Coloro che per la prima volta praticano lo snorkelling potranno esercitarsi sulla spiaggia principale dove i leoni marini si mostrano cordiali; coloro che vantano invece una maggiore esperienza potranno esplorare le acque attorno alla Corona del Diavolo. Vi ricordiamo che si tratta di un’esperienza in alto mare e non ci sono superfici dove poter appoggiare i piedi.

3° giorno, mercoledì : Española - San Cristóbal
Española (Punta Suarez) : I passeggeri potranno approfittare di uno “sbarco asciutto” a Punta Suarez. Al momento dello sbarco, i visitatori, attraversando le aree vulcaniche inattive dell’isola, avranno modo di avere ulteriori informazioni circa la natura e la conformazione del terreno lavico.
A parte la colonia dei leoni marini, questo è uno dei luoghi più importanti per l’avvistamento di uccelli. Durante la visita all’isola, i passeggeri potranno avvistare e vedere da vicino numerose e differenti specie. Tra le tante specie, si possono riconoscere le Poiane delle Galapagos e i Fetonti dal becco rosso. I turisti potranno anche vedere una grande colonia di iguane marine, le cosiddette “lucertole della lava”, e i famosi granchi detti “sally light-foot”. Dopo una breve escursione i visitatori potranno incontrare alcune colonie di “Sule mascherate” e “Sule dai piedi azzurri”. Il terreno che nasconde nidi di animali può a volte incrociarsi con il percorso. I visitatori potranno vedere anche le “Colombe delle Galapagos”, i Falchi e i “Gabbiani dalla coda di rondine”. Dopo aver attraversato una zona con vari nidi di uccelli, si raggiungerà la più ampia colonia al mondo di Albatri (15000 circa). Da maggio a dicembre i loro riti di accoppiamento sono il punto culminante della visita. Alla fine di quest’escursione, i passeggeri visiteranno la famosa fenditura nella roccia attraverso la quale il mare spinge l’acqua in aria verso l’alto ad un’altezza di quasi 23 metri (75 piedi).
San Cristóbal (La Galapaguera) : Sbarco a Porto Baquerizo nel villaggio di Moreno. Qui i passeggeri visiteranno per circa un’ora il centro di allevamento San Cristóbal dove avranno la possibilità di avere maggiori informazioni sulla cattività delle tartarughe Giganti che si trovano nel Parco Nazionale; in particolare sulla specie endemica: Geochelone elephantopus Chatamensis. I passeggeri potranno osservare alcuni animali nel loro ambiente naturale.

4° giorno, giovedì : Seymour Nord
Dopo uno “sbarco asciutto”, i passeggeri potranno osservare alcuni “Gabbiani dalla coda di rondine” e i leoni marini. Questo luogo è noto anche per ospitare una grande colonia di “Sule dai piedi azzurri”, nonché la più grande colonia di fregate (una splendida specie diversa tuttavia dalla “Fregata Maggiore”).
I turisti potranno anche vedere le due specie endemiche di iguana dell’isola, l’iguana marina e l’iguana terrestre. I passeggeri godranno di una piacevole escursione per l’isola.
Sbarco dei passeggeri. Ritorno al Galapagos Legend, check out e transfer all’aeroporto. Rientro in aereo a Quito con scalo a Guayaquil.

ITINERARIO OVEST, 4 notti / 5 giorni

1° giorno, giovedì : Baltra - Bartolomé
Partenza da Quito o da Guayaquil per l’aeroporto di Baltra. Il passeggero sarà ricevuto all’aeroporto dalle nostre guide e poi accompagnato al molo per l’imbarco sulla M/V Galapagos Legend.
Bartolomé : Sbarco a terra. Sull’isola i passeggeri potranno osservare le conformazioni vulcaniche del terreno e addirittura le esplosioni vulcaniche di vapore e cenere. Dopo un’escursione fino alla cima, i turisti potranno ammirare il piacevole panorama delle isole circostanti, compreso il cono di tufo eroso di “Pinnacle Rock”.
Nell’escursione a Pinnacle Rock, i passeggeri si incroceranno con ampie colonie di iguane marine, le cosiddette “lucertole della lava”, e potranno ammirare i cespugli di piante pioniere e vari tipi di cactus.
I turisti potranno anche trovare un momento di relax facendo snorkelling. Qui è possibile vedere i pinguini delle Galapagos, le tartarughe marine, e gli squali dalla pinna bianca (questi ultimi sempre da una certa distanza di sicurezza).

2° giorno, venerdì : Baia Urbina - Fernandina
Baia Urbina (Isabela) : Dopo uno sbarco in acqua, i passeggeri attraverseranno la spiaggia di fossili per arrivare alla zona corallina. Durante il percorso, e dipendendo dalla stagione, sarà possibile osservare molti animali endemici come tartarughe giganti, iguane terrestri e cormorani non volatori. Dopo la camminata, ci sarà anche tempo per fare delle immersione subacque.
Fernandina (Punta Espinosa) : Dopo uno “sbarco asciutto” a Punta Espinosa, i passeggeri potranno vedere le più grandi iguane marine insieme a granchi “sally-light foot”. Si potranno anche osservare cormorani non volatori, i pinguini delle Galapagos, i falchi delle Galapagos, e leoni marini.
Nell’osservazione della flora e delle conformazioni vulcaniche dell’isola, i turisti più attenti potranno notare il “brachycereus cactus” e due tipi di conformazioni vulcaniche denominate “pa-hoe-hoe” lavica e ”AA”. Numerose aree di mangrovie si stendono verso mare, descrivendo un sano e rigoglioso ecosistema.

3° giorno, sabato : Santiago - Rábida
Santiago (Porto Egas) : Durante lo sbarco a terra, si potrà visitare la spiaggia dalla sabbia nera. La maggior parte del paesaggio è costituita da distese di pietra di tufo e flussi di lava. L’area circostante offre molte punti da cui poter avvistare aironi cacciatori, grandi aironi azzurri, aironi vulcanici, beccacce di mare americane, e il grande airone notturno dalla corona gialla.
I passeggeri potranno vedere con la bassa marea le iguana marine distendersi su letti di alghe e condividere gli spazi con i granchi rossi detti “sally light-foot”. C’è una colonia di foche che nuotano in profonde vasche d’acqua calma dette “grotte”. In questa spiaggia si può nuotare e si può fare snorkelling per vedere ottopodi, cavallucci marini, stelle marine e altri tipi di vegetazione marina.
Rábida (Jervis) : Sbarco in acqua sulla spiaggia di colore rosso per la sua origine vulcanica, frequentata da leoni marini. Questo è spesso considerato il centro geografico delle Galapagos perché qui si trova la più grande varietà di rocce vulcaniche di tutte le isole.
Un breve sentiero conduce ad una laguna d’acqua salata, dove è possibile incontrare fenicotteri. Tra Luglio a Settembre è un buon periodo dell’anno per osservare come pellicani marroni si ricavano il loro nido tra i cespugli salati della laguna. È anche possibile osservare sule e 9 specie di fringuelli di Darwin. È un posto ideale per una piacevole passeggiata sulle scogliere e per praticare snorkelling.

4°giorno, domenica : Santa Cruz
Santa Cruz (Stazione di Ricerca Charles Darwin) : I turisti avranno l’opportunità di vistare la Stazione di Ricerca “Charles Darwin” a Porto Ayora. Questo centro è formato da scienziati di fama internazionale che svolgono ricerche biologiche su progetti di conservazione e tutela ambientale. Qui si possono anche ammirare le tartarughe giganti che fanno parte del programma di riproduzione della specie.
I turisti possono qui ammirare l’impressionante foresta di cactus giganti e i numerosi uccelli terrestri. Per la visita alla Stazione di Ricerca ci impiegheranno circa 40 minuti. Dopo questa visita, i turisti potranno avere un po’ di tempo libero per passeggiare nella cittadina di Puerto Ayora e dedicarsi allo shopping.
Santa Cruz (Altipiano) : Una opzione, mentre si è sull’isola, è quella di attraversare l’Altopiano di Santa Cruz. I passeggeri potranno visitare la collina de “Cerro Chato”. Questa escursione porterà ad imbattersi nella famosa tartaruga gigante che ha dato il nome a queste isole. In più, i turisti possono letteralmente entrare all’interno delle Galapagos passeggiando all’interno dei tunnel lavici inattivi.

5° giorno, lunedì : Santa Cruz
Santa Cruz (Spiaggia “Bachas”) : Sbarco in acqua sulla Spiaggia di Bachas che si trova sulla costa settentrionale dell’isola di Santa Cruz. Qui si potranno osservare diversi uccelli marini, iguane marine, tartarughe marine e i passeggeri avranno l’opportunità di nuotare ed immergersi nelle acque limpide di questa spiaggia bianca.
Sbarco dei passeggeri. Ritorno al Galapagos Legend, check out e transfer all’aeroporto. Volo di rientro a Quito con scalo a Guayaquil.

La fine delle terre alle Galapagos, un ricettacolo di leggende e misteri, tesori occulti e avventure proibite. Racconti che si spargono lungo il rumore delle onde dell’oceano si scontano con un imponente colosso, il Galapagos Legend, una imbarcazione che si mescola con gli affascinanti paesaggi delle Isole in un ambiente di comodità e sicurezza di una transatlantico da crociera.
Le spaziose aree sociali invitano i loro ospiti a rilassarsi e a godersi il regno magico creato dalla natura, arricchito dal sole e mitigato dalla brezza marina. Una leggenda marina che affiora nel lusso per esplorare e per quelli che vogliono rendere il proprio tempo libero qualcosa di prezioso e indimenticabile.

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.