Petra la città scavata nella roccia

Petra è il più bel luogo della terra... non per le rovine, ma per i colori delle sue rocce tutte rosse nere con strisce verdi e azzurre. Non saprai mai cos'è Petra in realtà, a meno che tu non ci venga di persona. 

Lawrence d'Arabia

 

PETRA: La Giordania è ricca di tesori archeologici, ma il più grande è la conturbante città di Petra, costruita in pietra rosa e rossa. Petra ci è stata lasciata dai Nabatei, un industrioso popolo arabo che si stabilì nella Giordania meridionale più di 2000 anni fa. Dalla loro base ben nascosta dominarono le vie dei commerci dell’antica Arabia, riscuotendo pedaggi e offrendo rifugio alle carovane cariche di spezie indiane e di sete, di avorio africano e pelli di animali.

Il regno Nabateo durò per secoli, e Petra si attirò grande ammirazione per la sua cultura raffinata; alla fine, l’imperatore Traiano si annesse il regno seguito da diverse altre dominazioni. Per quasi 300 anni Petra scomparse per l’Occidente; poi nel 1812 un viaggiatore svizzero Johann Ludwig Burckhardt persuase la sua guida a portarlo sul luogo della leggendaria città perduta. Gran parte del fascino di Petra viene dal luogo spettacolare in cui si trova, in una profonda gola nel deserto; dall’entrata principale si scende nella fenditura, il siq. Avanzando tra le pareti rocciose che salgono a 200 metri, si trovano iscrizioni in lingue antiche e camere scavate in un arenaria con venature simili a vortici.

Il monumento più famoso, la Tesoreria, appare all’improvviso alla fine del siq, una lunga gola lunga 1,2 km fiancheggiata da pareti a strapiombo. Vari sentieri più o meno scoscesi rivelano centinaia di edifici, facciate, tombe, terme, camere funerarie, templi e suggestivi disegni e bassorilievi. Un Teatro da 3000 posti dell’inizio del primo secolo d.C., una tomba-palazzo in stile romano, un gigantesco "deir" (monastero) rendono questa destinazione indimenticabile ancora più al mattino presto o nel tardo pomeriggio quando il sole riscalda la roccia multicolore.

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.