YEMEN

Tour : "Deserto e founduk"


Tipologia tour
: viaggio avventuroso con pernottamenti in tenda e funduk.
Durata
: 15 giorni / 13 notti
Partenze individuali
: martedì e sabato, su richiesta.
Partenze di gruppo
: martedì e sabato.
Periodo : tutto l'anno.

Codice : YETC1502


Un viaggio sportivo che partendo dalle alte montagne del nord, puntellate di villaggi in pietra dalla tipica architettura arriva al deserto, dove tutto l’Hadramout appare fermo miracolosamente nel tempo.

1º giorno : Italia – - Sana’a
Partenza con volo di linea Yemenia per Sana’a.
Arrivo a Sana’a (2.200 mt), trasferimento in hotel e pernottamento.

2º giorno : Sana’a
Prima colazione. Intera giornata dedicata alla splendida capitale dello Yemen, una delle città più antiche del mondo, che conserva l'aspetto di un borgo medioevale con le mura di fango, le stupende costruzioni in pietra e mattoni con le finestre arabescate e decorate da stucchi bianchi, con vetri colorati o di antico alabastro da dove traspare una luce magica. Tutta la città, la sua gente con i tipici abiti, le donne velate, i mille profumi del souk, sembra un grande quadro all'aperto. Visita al Museo Archeologico ed Etnografico, alla vecchia città, al souk all'aperto. Molto interessante la visita al souk, un dedalo di viuzze suddivise per prodotti e mestieri.

3º giorno : Sana’a - Mareb
Prima colazione. Partenza per la zona desertica, il regno della regina di Saba, visita di Mareb e visita dei resti dei templi e della antica diga, fatta costruire dalla regina di Saba, grandiosa opera architettonica. Nel pomeriggio visita all'affascinante vecchia città di Mareb, in fango e ormai quasi completamente in stato di abbandono. Pernottamento a Mareb.

4º giorno: Mareb – Shabwa - Seyun
Prima colazione. Partenza all'alba e intera giornata di traversata del deserto, tra splendide e grandiose dune di sabbia dorata, immensi silenzi, spettacolari paesaggi che suscitano forti emozioni. Sosta e visita ai resti dell’antica Shabwa, posta in zona strategica per il percorso delle lunghe carovane che dal Mar Arabico, attraverso il grande deserto, raggiungevano il Mediterraneo cariche di prodotti preziosi provenienti dall’Africa e dall’India. Shabwa era la capitale del Regno di Hadramaut, uno dei potenti regni dell’Arabia del sud. Sosta lungo il percorso per pranzo a pic nic e proseguimento, attraverso Shibam, per Seyun, immersa in una grande oasi. Arrivo in serata, sistemazione in hotel, e pernottamento.

5º giorno : Seyun – Tarim – Inat - Seyun - Shibam - Seyun
Prima colazione. Tra paesaggi di oasi, di donne dagli alti cappelli a punta che coltivano i campi, si visita la tomba di Bin Isa, si prosegue per la città santa di Tarim caratterizzata dalla grande moschea bianca dall'altissimo minareto quadrato, e da grandi e splendidi palazzi con influenze architettoniche orientali. Proseguimento per Inat attraverso oasi, forni per la calce, orti coltivati, castelli di fango, interessante cittadina con belle case e cimiteri con Marabut Rientro a Seyun. Visita di Seyun è una delle città più importanti dell'Hadramout, immersa in una grande oasi, si dice che ci sia 1 milione di palme, è l'ultima città del sud. L'Hadramout in questo punto è largo centinaia di metri, ma il contrasto tra il colore della terra, la montagna, il cielo blu, e il verde delle palme lascia stupiti. In quasi tutte le città del sud, i colori maggiormente usati e, che ritroviamo sulle case o sulle cupole delle Moschee, sono i colori naturali del paesaggio, il verde, il blu e la terra. Uno splendido e unico esempio di architettura in fango, rivestito di intonaco bianco, è il grande Palazzo del Sultano, attualmente accoglie 2 musei, uno etnografico, interessante poter osservare i costumi, gioielli, armi, attrezzi che ancora attualmente vedremo usare, l'altro Museo, archeologico, con dei pezzi importanti trovati a circa 100 Km da Seyun da missioni russe e yemenite. Interessanti i cimiteri, che a differenza di quelli arabi dove troviamo un insieme di pietre, questi hanno al loro interno piccoli mausolei, e tombe simili alle nostre. Visita al souk e al piccolo mercato dell'artigianato locale. Pomeriggio dedicato a Shibam, la stupenda città è racchiusa da mura, un blocco di 500 grattacieli di fango che sembrano toccare il cielo. Splendide le porte intarsiate. Rientro a Seyun e pernottamento.

6º giorno : Seyun – Al Hajjarin – Wadi Doan - Mukalla
Prima colazione. In mattinata partenza per Al Hajjarin, una città di fango posta su due colline in pieno deserto, definita "la piccola Shibam" per le sue case a torre che si innalzano verso un cielo blu cobalto. Proseguimento lungo il Wadi Doan, su una pista che corre sul letto del Wadi, tra oasi di palme di datteri, aspre montagne, incredibili paesaggi dove la natura crea infiniti quadri naturali, tra canyon, villaggi immersi nel verde con le case ricoperte da un sottile intonaco bianco pitturate con dolci colori e disegni naif. Si attraverseranno i villaggi di Sif, Bada, Rashid. Lo spettacolo prosegue per molti chilometri fino a Arhab. Proseguimento per Mukalla. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento

7º giorno : Mukalla – Bir Alì
Prima colazione. In mattinata visita al museo, alla città con grandi palazzi affacciati sul mare, dalla tipica architettura indiana. Lungo spiagge deserte si raggiungerà Bir Alì, l'antico porto di Qana. Il primo porto nello Yemen costruito nel 1000 a.C. dove venivano sbarcate le spezie dall' India e punto di partenza per le carovane verso la Palestina. Pernottamento in tenda sulla splendida spiaggia.

8° giorno : Bir Alì – Sana’a
Prima colazione. Lungo l'oceano indiano, tra dune di sabbia, zone desertiche, coltivazioni si raggiungerà Habban, interessante paese con tradizionali case di mattoni in fango di 4/5 piani, immerso in un'oasi e circondato da maestose montagne che corrono lateralmente. Posto nel Wadi Habban, il paese era conosciuto per gli artigiani ebrei che lavoravano magistralmente l'argento. Proseguimento per le grandi montagne e la strada di Al Baydha per raggiungere, via Dhamar, la capitale Sana'a. Arrivo e pernottamento.

9° giorno : Sana’a – Thula – Hababa – Kowakaban - At Tawilah - Shibam
Prima colazione. In mattinata partenza per Thula, città dai mini grattacieli in pietra a secco. Molto interessante l'architettura , le splendide vasche per l'acqua, i vetri di alabastro. A pochi chilometri si trova Hababa, la città dove le alte case in pietra attorniano e si rispecchiano in una grandiosa cisterna per l'acqua. Attraverso una spettacolare strada si arriva a Kowakaban, città fortezza che domina Shibam e le montagne circostanti. Pranzo in fonduk. Nel pomeriggio attraverso una spettacolare strada lungo il Wadi Al Ahjer, con coltivazioni di qat, si arriva a At Tawilah posta a ridosso di una montagna con una fortezza turca che controllava tutta la vallata. Rientro in serata a Shibam, pernottamento in fonduk.

10° giorno : Kowakaban – Wadi Dhar - Shaharah
Prima colazione. Partenza per Wadi Dhar, visita del famoso Palazzo sulla Roccia, ex residenza dell'Imam e massima espressione della creatività architettonica yemenita. Proseguimento attraverso paesaggi desertici per Al Gabai da dove su dei pick up si raggiungerà Shaharah, la città imprendibile, un vero nido d'aquila. Visita al famoso ponte sospeso tra due montagne, alle vasche dell'acqua. Sistemazione e pernottamento in fonduk.

11° giorno : Shaharah – Amran – Kohalan - Hajjah
Prima colazione. In mattinata ultime visite di Shahara, alle famose vasche dove al mattino e alla sera, file di donne in nero con variopinti secchi di plastica vanno ad attingere l'acqua. In mattinata ridiscesa fino ad Al Gabai e ripresa del toyota per proseguire fino a Amran, caratteristica cittadina preislamica, con le case di mattoni in argilla, addossate le une alle altre. Partenza per Hajja, la zona dei terrazzamenti, con sosta a Kohalan, cittadella abbarbicata su una montagna ricoperta di fichi d'india, e collegata a Hajja da una strada panoramica che si snoda tra montagne e picchi. La città di Hajja è stata un centro importante durante il periodo degli Imam, dove in carceri sotterranee venivano rinchiusi gli oppositori politici. Negli ultimi secoli Hajja era considerata una roccaforte del potere zaidita, e il figlio dell'ultimo Imam Yahia, Ahmed, nel 1948, concentrò e radunò in questa zona gli ultimi fedelissimi per organizzare la lotta contro il gruppo di opposizione che aveva organizzato il colpo di stato per detronizzare l'Imam. Pernottamento a Hajja.

12° giorno : Hajjah – Tihama - Hodeida
Prima colazione. Attraverso terrazzamenti si raggiunge la fascia costiera del Tihama, zona dai tipici villaggi di tukul africani e colorati mercatini. Arrivo a Hodeida, sistemazione in hotel.

13º giorno : Hodeida – Manaka – Al Hajjara - Manaka
Prima colazione. Al mattino visita al coloratissimo mercato del pesce. Partenza tra imponenti montagne e paesaggi grandiosi per Manaka e Hajjara, due gioielli di architettura yemenita in pietra nera. Hajjara si raggiunge attraverso una strada sterrata ed é posta a strapiombo su un'alta montagna, domina una verde vallata e le sue case sembrano sfidare la natura. Pernottamento in fonduk a Manaka.

14° giorno : Manaka – Hoteip – Sana’a - Partenza -
Prima colazione e mezza giornata per visitare il Monte Haraz e Hoteip, dove c'è la tomba di un Santone venerato dai musulmani indiani. La strada scorre tra bellissimi paesaggi e villaggi fortificati. Rientro a Sana'a, cena in hotel. dopo cena trasferimento all'aeroporto e partenza con volo di linea per Roma. Pernottamento a bordo.

15º giorno : Italia
Arrivo in prima mattinata all’aeroporto di Roma Fiumicino. Eventuale proseguimento per altre città.

 

 QUESTO ITINERARIO FA PARTE DEL VECCHIO CATALOGO DI NBTS VIAGGI

 I prezzi aggiornati sono visibili al nuovo sito ---> clicca qui

 

Note operative :

  L'itinerario indicato può subire variazioni di percorso dovute allo stato di sicurezza dei vari siti da visitare. Tali variazioni sono effettuate direttamente dal governo yemenita in accordo con il nostro personale locale. Eventuali modifiche non comportano riduzioni di costo.

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.