MYANMAR (Birmania)

Tour : "Birmania classica"


Codice : BITC0901
Tipologia : viaggio culturale e naturalistico con la visita delle principali località della Birmania centrale.
Durata : 9 giorni / 7 notti
Partenze individuali : tutti i giorni a date libere.
Partenze di gruppo : non effettuate, tuttavia possiamo fornire il viaggio a gruppi precostituiti.
Stagionalità : da metà ottobre a metà gennaio il periodo migliore. Da febbraio ad aprile è la stagione calda, mentre quella dei monsoni va da maggio a metà ottobre.


Sono pochi i turisti che visitano la Birmania, e il calore e cortesia degli abitanti sono spontanei, in particolare nelle aree interne. Si coglie una consapevolezza profonda delle tradizioni, consapevolezza che rende possibile un contatto sereno con gli stranieri, senza pregiudizi. Forse è anche per questo che, per quanto spettacolari siano i luoghi e affascinanti i monumenti, sono soprattutto le persone a rimanere nella memoria. Infatti quel che resta maggiormente impresso a chi visita questo Paese è il sorriso e la cordialità della gente, che dimostra una sconcertante serenità anche nelle difficoltà in cui vive. Inevitabile citare Kipling: «Amo la gente di Burma con tutto il cieco favoritismo che nasce da una prima immediata impressione». Amore a prima vista e senza mezzi termini.

1° giorno : Italia –

Partenza dall'Italia con volo di linea per Yangon. Pasti e pernottamento a bordo.
Pasti : -/-/-

2° giorno : Arrivo a Yangon
Arrivo in aeroporto, incontro con il nostro personale e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio inizia la visita di Yangon . La ex capitale della Birmania (Myanmar) è una rilassante città bagnata da fiumi e canali, con parchi ombrosi e viali alberati dai quali svettano i pinnacoli dorati di numerose pagode disseminate ovunque. Il centro con le sue vie ordinate e parallele, ricorda il passato coloniale di Yangoon, chiamata Rangoon dagli inglesi che la ricostruirono nel 1852. La prima sosta e' alla Pagoda del Buddha sdraiato, la statua lunga 72 metri e' riccamente decorata, e le piante dei piedi sono decorate con 108 tavole raffiguranti fiori, animali ed habitat, e rappresentano l’essenza del credo buddista. Sono raffigurati i 7 monti che bisogna superare ed i 7 mari che bisogna attraversare per raggiungere il Monte Meru. Inoltre sono raffigurati tutti i piani delle diverse reincarnazioni espresse dal buddismo. Si prosegue per una visita dei monasteri situati nella vicinanze. I monaci si alzano prima dell'alba e dopo la colazione con in mano un vaso nero, girano scalzi per le strade della città alla richiesta di carità. Il monaco fa due pasti al giorno, il primo all’alba ed il secondo intorno alle 12. Girando per il monastero si vede come sono strutturate le case birmane, innanzitutto si entra scalzi, le scarpe e le ciabatte vanno lasciate fuori. Solitamente la prima stanza che si trova è un salotto dov’è posizionato un altare con sopra una statua di Buddha, davanti alla quale sono posti 5 bicchierini che rappresentano: Buddha, i monaci, i benefattori, i genitori ed i maestri. Poi vi e' un posto utilizzato come soggiorno e poi le camerate per dormire, con stuoie o materassini diu kapok per terra o al massimo su letti bassi in legno. Proseguimento delle visite attraversando le vecchie case del centro fino alla collina di Singuttara. Il simbolo della città e di tutto il Myanmar è la Swedagon Pagoda, un luogo sacro di incredibile fascino, nel contempo intimo e vociante, dove monaci in meditazione si confondono tra spire d’incenso e fragranze di fiori offerti dai fedeli. La costruzione architettonica tipica del buddhismo e' lo stupa, che è un edificio di mattoni pieni, solitamente la forma ricorda una campana. Una miriade di piccole pagode, templi, reliquari, padiglioni e statue, fanno da cornice al possente stupa centrale che si innalza per quasi cento metri. La grande e rilucente cupola dorata, interamente ricoperta da lamine d’oro e impreziosita di gemme e diamanti, termina con un ombrello di tintinnanti campanelli d’oro e d’argento. Durante la cena in ristorante locale si assisterà ad uno spettacolo di danze tipiche. Pernottamento in hotel.
Pasti : -/-/C

3° giorno : Yangon –
– Heho – Lago Inle
Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto e volo per Heho, nello Stato Shan, famoso per i bei panorami montagnosi e le pinete, e le varie etnie nei colorati costumi, zona tra le aree meno integrate del Myanmar, con i commerci d’oppio e la gelosa conservazione d’autonomia culturale. Giornata dedicata ad una avvincente escursione sul lago Inle e sui suoi canali. Il Lago Inle è il secondo lago per estensione del Myanmar, si trova su di un altipiano ad una altitudine di circa 884 m s.l.m.. Qui vive il popolo degli Intha, che significa i «figli del lago», perfettamente integrati con il lago stesso, loro principale fonte di vita, ed uno dei più intriganti tra i 126 gruppi etnici del Myanmar. Navigano il lago su strette canoe che governano usando un solo remo mosso con la gamba simili a gondolieri in perfetto equilibrio fra i canali, gli isolotti e i giardini galleggianti; coltivano insalate, pomodori, frutta su orti galleggianti creati con matasse di bambù, alghe e fango; lavorano ferro e argento e filano il loto. Questa arte e' unica : rompendo il gambo estraggono un filamento sottile che viene fatto essiccare e poi viene lavorato. Per creare un tessuto di 200 x 30 cm. occorrono 22.000 steli. Questo prezioso tessuto, un tempo era usato per i vestiti delle statue di Buddha, oggi i tessuti sono prodotti per il mercato giapponese, la cui richiesta è molto forte. Il tessuto finale si presenta ruvido, di color marrone, ha una funzione termoregolatrice veramente elevata ed il costo è quasi il doppio di un raffinato tessuto di seta! Il lago e' affascinate: I villaggi, costruiti su palafitte, punteggiano il paesaggio tra templi, monasteri e pagode. Visita al monastero dei “gatti saltatori”, alla Pagoda Paunda oo, agli artigiani e ai villaggi sull'acqua. Pranzo in ristorante sul lago. Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

4° giorno : Lago Inle – Inthein – Heho -
– Mandalay
Mattina dedicata ancora alla visita del lago e in particolare delle colline a Inthein, che racchiudono migliaia di piccole pagode sparse lungo un promontorio sul lago. E’ un posto davvero particolare, abbandonato agli elementi naturali dove sono sparse circa 1000 piccoli stupa e templi, assaliti da erbe ed arbusti . Il complesso delle pagode risale al XVIII sec., lo spettacolo è unico e la vista si perde in mezzo a tanta incantevole bellezza. Pranzo in ristorante locale, nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e volo per Mandalay ,arrivo in mezz'ora di volo e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

5° giorno : Mandalay city tour – Amarapura – Mandalay
Intera giornata dedicata alla visita di Mandalay, importante centro culturale, religioso e commerciale del Myanmar. Mandalay è la seconda città della Birmania. Conta circa 1 milione di abitanti. È capoluogo della provincia omonima e porto commerciale sul fiume Irrawaddy. Fu fondata nel 1857 dall'imperatore Mindon come capitale dell'ultimo Regno di Birmania indipendente. Fu costruita su una collina e racchiusa da imponenti mura tanto da sembrare un forte molto ben difeso. Imponente il Palazzo Reale la cui cinta muraria è lunga oltre 1,6 km per lato, ha quattro entrate e tre porte per lato. Originariamente ogni lato aveva una funzione specifica; il Sud era l’entrata per i Re ed i Regnati, a Nord l’entrata per i monaci, ad Est l’entrata era destinata al popolo ed ai visitatori, infine il lato Ovest era riservato all’uscita per i defunti all’interno del palazzo reale. Il palazzo era interamente ligneo e artisticamente meraviglioso, ma fu distrutto durante un bombardamento nel corso della seconda guerra mondiale La prima escursione della giornata porta ad Amarapura, a 11 Km da Mandalay, famosa per la tessitura della seta e del cotone, Visita del moderno monastero Mahagandhayon, centro di studi buddisti, e passeggiata sul lungo ponte pedonale U Bein interamente costruito in legno. Pranzo in ristorante locale. Facendo ritorno in città si incontra la pagoda Mahamuni, simbolo del fervore buddista, con la sua bronzea statua interamente ricoperta di foglie d’oro. Tutt’intorno al tempio una miriade di botteghe artigiane apprestano le decorazioni e gli oggetti destinati al culto. Resta a testimonianza dello splendore di Mandalay, il monastero Shwenandaw, costruito interamente in legno, con magnifici intarsi. La giornata termina con la visita della collina Mandalay, da cui si ammira un panorama del fiume e della campagna circostante, particolarmente suggestivo al tramonto. Cena in ristorante tipico. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

6° giorno : Mandalay – Pakokku – Bagan
Trasferimento in pullman a Pakokku, in circa 4 ore. Si attraversa la zona arida del centro Birmania, il fiume Chidwin e interessanti panorami passando per i villaggi locali. Sosta nel villaggio di Mau, costruito interamente con bambù e palme nel 1997, dopo che un incendio lo aveva completamente distrutto, dove si possono vedere le donne impegnate nella fabbricazione artigianale delle stecche per gli incensi e gli artigiani che lavorano le foglie di palma creando suppellettili ed oggetti per la casa. Vicino al villaggio si trovano i resti di altre pagode del XII sec. sparse nella foresta. Arrivo a Pakokku e pranzo in ristorante locale. Pakkoku è una città famosa per le piantagioni di tabacco e per la sua lavorazione: di proprietà dello stato sono le fabbriche di sigarette, mentre i sigari sono prodotti da artigiani locali. Anche le tessiture di cotone sono note e diffuse in città, qui sono presenti le fabbriche di abiti per tutti i vari ministeri della Birmania ognuno con un proprio stile. Trasferimento al molo. Navigazione in barca locale per Bagan. Arrivo in circa 2 ore di navigazione lungo il maestoso Irawaddy. Ad un tratto improvvisamente, il verde della foresta è frammentato dai colori e dalle forme di centinaia di pagode, e si ammirano i profili dei templi apparire maestosamente all’orizzonte... una visione che lascia meravigliati da tanta bellezza, Se in tempo prima visita di Bagan con giro in calesse al tramonto (in caso negativo si fa l’indomani). Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

7° giorno : Bagan
Intera giornata visita di Bagan, straordinario parco archeologico tra i più affascinanti di tutta l’Asia. In un immenso museo all’aperto, disseminati nella valle del fiume Ayeyarwady (Irrawaddy), si trovano migliaia di santuari, stupa, templi e monasteri. Ovunque si guardi si ammirano resti di templi e pagode di tutte le dimensioni. Templi magnifici intonacati, in pietra nuda e cotta, pagode piccole, graziose e solitarie in mezzo ai campi, pagode possenti dalle cupole e cuspidi dorate, tutto a testimoniare la passata opulenza della civiltà indo-buddista di un tempo. Di primo mattino visita del mercato Nyaung Oo; Quindi si visiteranno: la Shwezigon Pagoda, uno degli stupa più antichi di Bagan, la cui forma a campana, che si erge su tre terrazze rialzate, diventò il prototipo di tutti gli stupa successivi; dei templi Wetkyi-in- Gubyakkyi e Htilominlo. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita dei templi di Ananda, di Thabyinnyu, il più alto (61 metri), e degli stupa Mingalarzedi e Shwesandaw, dalla cui terrazza si gode una splendida veduta panoramica di tutta la valle, particolarmente suggestiva al tramonto. Cena in ristorante con spettacolo di marionette. Antica è la tradizione del youq-the pwe, il teatro delle marionette, una delle forme più espressive dell’arte birmana. Nonostante abbia origini lontane, è ancora oggi molto popolare. Uno spettacolo classico inizia con l’offerta di frutti e fiori allo “spirito del teatro” che garantirà il successo della rappresentazione. Le marionette, che possono raggiungere anche un metro d’altezza, indossano vestiti colorati e sfarzosi. Pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

8° giorno : Bagan –
- Yangon
Dopo la prima colazione, si dedicherà la mattina alla scoperta dei dintorni di Bagan. il Monte Popa, una vetta solitaria, definita l’Olimpo di Myanmar. Si erge a 1.520 metri, ed è il nucleo di un vulcano spento che eruttò per la prima volta 250 anni fa. Il nome Popa deriva da un termine sanscrito che significa fiore. Sulla cima del monte sorge un complesso di monasteri, stupa e templi raggiungibile percorrendo un tortuoso passaggio coperto. Ci vogliono ca. 30 min. e a mano a mano che si sale l’aria si fa più fresca. Il Monte è la sede dei Nat, e ne costituisce la sede principale del culto. Pranzo in ristorante locale durante l’escursione. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e volo per Yangon . Arrivo e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/P/C

9° giorno : Yangon –
– Italia
Dopo la prima colazione, continuazione della visita della città con pranzo in ristorante locale. Passeggiata nel centro storico cittadino. In un dedalo di vie si incontrano botteghe di ogni tipo, case da tè, ristoranti e animati mercati con colori forti e odori intensi. Varcato l’ingresso della Sule Pagoda, il vociare delle strade si placa all’improvviso e si percepisce un senso di pace e serenità, vera essenza della cultura birmana. Infine, tempo per shopping al grande mercato dell'artigianato in città. Trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo di rientro. Arrivo all’aeroporto di destinazione e fine dei nostri servizi.
Pasti : C/P/-

Possibile estensione mare, prezzi su richiesta
Possibile estensione del tour in Birmania, Laos, Vietnam o Cambogia, programmi e prezzi su richiesta

 

 QUESTO ITINERARIO FA PARTE DEL VECCHIO CATALOGO DI NBTS VIAGGI

 I prezzi aggiornati sono visibili al nuovo sito ---> clicca qui


- I prezzi indicati si intendono per persona e si riferiscono a dei tour individuali con servizi ad uso esclusivo.
- Cambio : una variazione del +/- 3% del tasso di cambio potrebbe portare ad un ritocco delle quote.
- Si applicano le condizioni del contratto di viaggio che si trovano sul sito www.nbts.it nella sezione FAQ.
- I prezzi di tasse e imposte non dipendono dalla nostra volontà e possono cambiare senza preavviso.

La quota include:
  Voli interni come da programma in classe economica
  Assistenza in aeroporto (arrivo/partenza)
  Trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto
  Trasferimenti come da programma in mezzo privato
  Sistemazione negli hotel indicati in camera doppia
  Trattamento pasti come indicato sul programma di viaggio
  Guida locale parlante italiano
  Entrate a siti e monumenti ed escursioni come da programma
  Assistenza di personale qualificato

La quota non include:
  Volo internazionale e tasse aeroportuali (vedi nota a fondo pagina)
  Visto Birmania, circa 60 euro
  Tasse d’uscita dal paese (circa 10 USD da pagare in loco)
  Pasti non indicati
  Bevande
  Mance
  Quota gestione pratica, include assicurazione annullamento (vedi condizioni e costi)
  Quanto non indicato alla voce "la quota include"

Supplementi:
  Supplemento camera singola, su richiesta


Sistemazioni alberghiere

Cat. Hotel previsti o similari        Località      Notti


4*   Chatrium                             Yangon      2
4*   Inle kaung daing                   Lago Inle    1
4*   Hill Resort e Serenity Garden   Mandalay   2
4*   Bagan Hotel                         Bagan        1

 

Volo : Le principali compagnie che volano sul Myanmar sono Thai Airways, Singapore Airlines ed alcune compagnie europee come Lufthansa ed Air France Il costo del volo, comprensivo di tasse, è di circa 800 - 1.100 euro, la tariffa è in base alla stagione del viaggio e alla vicinanza della prenotazione rispetto alla data di partenza. Per il volo internazionale su vostra richiesta possiamo verificare le disponibilità e i prezzi nelle date che ci indicherete e fare la prenotazione / emissione in caso di vostra conferma. Per maggiori informazioni contattateci.

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.