TIBET dalla Cina

Tour : "Amdo e Kham, l'altro Tibet"


Tipologia tour
: culturale naturalistico senza particolari difficoltà.
Durata
: 21 giorni / 20 notti

Partenze individuali : a date libere.

Partenze di gruppo : non effettuate.

Periodo consigliato :  Il miglior periodo va da settembre a novembre e da marzo a maggio. Da dicembre a gennaio è sconsigliato così come durante il periodo estivo, quando il Sichuan è soggetto ad annuvolamenti e piogge che possono ostacolare il percorso

Codice : CITT2105


Uno dei tour più spettacolari che porta nelle zone appartenenti al Tibet prima dell'occupazione cinese. Tra praterie sconfinate, laghi e monasteri ci si inoltra nelle regioni sconosciute dell'Amdo e del Kham, visitando i centri culturali dei Golok, il parco di Huanglong con le sue spettacolari piscine circondati dalle montagne fantastiche dell'Himalaya.

1° giorno : Italia - - Pechino
Partenza dall’Italia con volo di linea internazionale. Pernottamento a bordo.

2° giorno : Arrivo a Pechino
Arrivo a Pechino e trasferimento assistito in hotel. Nel pomeriggio visita dello stupendo palazzo estivo (Yi Heiyuan) che sorge su di un parco di 300 ettari con oltre 3000 palazzi, ponti, monumenti e il lago di Kunming. Nei periodi estivi era abitato dall'Imperatrice Cixi e dalla sua corte. Pernottamento in hotel e cena.

3° giorno : Pechino
Trasferimento per la visita alla Grande Muraglia presso Hunaghua (ca. 50 km). Nel pomeriggio rientro a Pechino e vista en route delle Tombe della Dinastia Ming, sulle colline Tian Shou Shan. 13 dei 16 imperatori hanno qui le loro tombe, fra le quali si visiteranno in particolare quelli di Wanli e Yongle, che sono di interesse particolare. Sosta lungo la spettacolare "Via Sacra" con le sue monumentali statue in pietra di animali mitici e di Mandarini di pace e di guerra, posti a guardia della necropoli. Cena in ristorante tipico con banchetto di "Anatra Laccata". Pernottamento in hotel e pensione completa.

4° giorno : Pechino
La mattina visita della la piazza Tian An Men ("Porta della Pace Celeste") che porta a Zjin Chèng, la “città proibita”, residenza degli Imperatori, monumentale complesso di oltre 9000 stanze su una superficie di 72 ettari che serviva a 24 imperatori delle Dinastie Ming e Qing come residenza. Nel pomeriggio visita dello Yong He Gong, splendido palazzo principesco trasformato in monastero lamaista nel 1745 e tempo permettendo, del Baiyùn Guàn (tempio delle nuvole bianche). Il tempio Tiàntàn Gongyuan (tempio celeste) conclude in serata le visite culturali. Pernottamento in hotel e pensione completa.

5° giorno : Pechino - - Lanzhou
La mattina a libera disposizione, la guida e vettura a disposizione per visite facoltative. Verso mezzogiorno volo per Lanzhou (1554 mt.), la capitale della provincia di Gansu, una volta la città era importante nodo sulla via della Seta, oggi è una città industriale moderna. Pernottamento in hotel e pensione completa.

6° giorno : Lanzhou - Xiahe
Partenza in vetture per Linxia. Il percorso è dominato dai minareti, la gente Hiu è musulmana e solo dopo Linxia lentamente si incontrano sempre più i segni del buddismo tibetano: le bandiere di preghiera e i Chorten. Nel pomeriggio si giunge Xiahe (260 km). Si visita appena fuori dalla città il Monastero di Labrang Tashi Kyil, eretto nel 1709. Nel massimo splendore Labrang ospitava oltre 4000 monaci, ma ancora oggi ci vivono oltre 2000 monaci. Pernottamento in hotel e pensione completa.

7° giorno : Xiahe - Langmusi
Trasferimento a Hezuoshen (Heitso, 2800 mt.) dove si trova il Tse-Ü (Tsogen Ganden Chöling) con il Milarepa Lhakhang. Attraverso la prateria si prosegue per Langmusi (tib.: Tagtshang Lhamo), con i monasteri di Kirti e Sertri Gompa, al confine con il Sichuan. Il monastero di Kirti è importante, in quanto si crede che il buddha (Jowo Buddha) originariamente appartenente al monastero è quello che si trova oggi nel Jokhang di Lhasa. Pernottamento in Guest House e pensione completa.

8° giorno : Langmusi – Aba
Passando per Ruoergai, dove si visita la monastero di Takthsa (cin: Dazha Si) si giunge a Honguan e Amchog Tschennyi, altro monastero gelupka con oltre 1000 monaci. Dopo la visita del monastero si prosegue per Aba. Pernottamento in hotel e pensione completa.

9° giorno : Aba - Banma
I distretti di Aba e Banma sono la patria dei nomadi Golok, famosi per il loro carattere indipendente e selvaggio. Talmente lontana da Lhasa, la regione non è mai stata sotto influenza della città dei Dalai Lama. Cosi si conservano tradizioni svanite in altre regioni del Tibet come il Yundrung e Bön. Si visiterà i monasteri di Nangshig e Thubten (Togden). Il monastero di Kirti ha ancora 2000 monaci e 20 Tulku (reincarnazioni) ed è considerato uno dei complessi monastici più estesi del Tibet. Pernottamento in albergo semplice e pensione completa.

10° - 13° giorno : Regione Aba - Rangtang
Si esplora la regione di Aba, Banma e Rangtang, aree da poco accessibili agli stranieri (e non solo a loro) e patria dei nomadi Golok. Le piste sono spesso in condizioni precarie e si fatica a proseguire. Nonostante alcuni miglioramenti, l’infrastruttura è semplice e si devono sempre considerare possibile cambiamenti nel programma. Per tanto l’itinerario non è fisso durante questi giorni. Se tutto va bene si visiterà Aba, Banma e Rangtong dove si trovano diversi monasteri come Cagri (cin. Jiangri Tang Si) con l’importante tempio di Hware, il monastero Jonangpa di Achonggya (fondato nel 1367) con le tre grandi Chorten e altri monasteri di sette tibetane poco conosciute come Jonangpa. Si visiteranno diversi altri monasteri Jonangpa, villaggi e case tipiche della regione. Pernottamento in Guest Houses molto semplici e pensione completa.

14° giorno : Rangtang - Ganzi
Da Rangtang si prosegue per Luhuo e Ganzi (ca. 240 km). Lungo il tragitto visita del monastero Kargyiipa di Sirin Kar (cin. Zengke si), con le torri di Milarepa. A Luhuo si incrocia la vecchia via del Tè, dove una volta carovane con oltre 2000 Yak portavano il Tè da Kanding per Lhasa. Dopo Luhuo si raggiunge la Sichuan Tibet Highway prima di arrivare a Ganzi (3300 mt.). Pernottamento in Guest House e pensione completa.

15° giorno : Ganzi - Jyekundo
Seguendo la Sichuan Tibet Highway fino a Maniganpo si devia per il lago di Yilhun Lhatso (cin. Xinlu Si), da dove si apre un stupendo panorama sul monte Chola Shan (6168 mt.). Si passa un valico di ca. 4500 mt. per raggiungere Serxu (4090 mt.) e infine Jyekundo (Yushu). Pernottamento in Guest House e pensione completa.

16° giorno : Jyekundo - Mato
Passando i valici di Yiequ La (4680 mt.) e Bayanka La (5080 mt.) si entra nel Amdo accompagnati dai panorami di laghi pittoreschi e del silenzio di questi remoti altipiani. Con un po’ di fortuna si vedranno Kiang (asini), antilopi e volpi. Si visita en route il monastero di Juigye prima di raggiungere Mato (4300 mt.). Pernottamento in Guest House semplice e pensione completa.

17° giorno : Mato - Xining
La lunga tappa di oggi porta a Xining, accompagnati dai panorami sull'Amye Machen (6282 mt.) prima di giungere a Xining, capitale della provincia del Qinghai. Pernottamento in hotel e pensione completa.

18° giorno : Xining – Khumbum - Koko Nor – Xining
La mattina trasferimento per il monastero di Kumbum (Ta'er Si, Gelukpa) uno dei “sei grandi” del Tibet e Tsongkhapa, dove nacque il fondatore dei berretti gialli. È un importante nodo per le relazioni fra Tibet e Mongolia da sempre. Si prosegue oltre la montagna Ri Yue Shan (sole e luna). Il tempio sul valico offre la prima vista del lago Koko Nor (lago blu, Qinghai Lake, 3194 mt., 4583 km²) il più grande lago salato della China. Nel tardi pomeriggio rientro per Xining. Pernottamento in hotel e pensione completa.

19° giorno : Xining - - Pechino - Tanjin
Volo per Beijing e trasferimento immediato in vettura a Tanjin (135 km, ca. 1,5 ore), il porto antico di Beijing (Pechino). Visita dell’interessante centro storico di Tanjin e del porto. La città ha molti influssi occidentali dell’ottocento, quando francesi e inglesi iniziarono le loro relazioni commerciali con l’impero. Pernottamento in hotel e pensione completa.

20° giorno : Tanjin - Pechino
La mattina visita del mercato dell’antiquariato di Guwan Shichang e del tempo Dabeichan Yuan. Nel primo pomeriggio rientro in vettura per Beijing e tempo a disposizione in città. Pernottamento in hotel e pensione completa.

21° giorno : Pechino – - Italia
A seconda dell’operativo dei voli, trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo di rientro per l’Italia e fine dei servizi.

 

 QUESTO ITINERARIO FA PARTE DEL VECCHIO CATALOGO DI NBTS VIAGGI

 I prezzi aggiornati sono visibili al nuovo sito ---> clicca qui

 

La quota include:
  Volo internazionale Air China in classe economica H, partenze da Roma e Milano 
  Assistenza in aeroporto (arrivo/partenza)
  Trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto
  Volo Pechino - Lhanzou inclusa franchigia bagaglio 20 kg
  Volo Xining - Pechino inclusa franchigia bagaglio 20 kg
  Trasferimenti indicati nel programma in vetture private o jeep
  Pernottamenti in hotel 3/4* con sistemazione in camera doppia come indicato nel programma
  Pernottamenti in guest House con sistemazione in camera doppia come indicato nel programma
  Trattamento di pensione completa durante tutto il tour
  Guida locale italiano o inglese
  Entrate ai siti indicati nel programma

La quota non include:
 Tassa d'imbarco, da pagare in loco
  Visto per la Cina
  Mance
  Bevande
  Extra personali
  Quota gestione pratica, include
assicurazione annullamento
  Quanto non indicato alla voce "la quota include"

Supplementi:
  Supplemento camera singola, su richiesta
  Supplemento pensione completa, su richiesta

 

Note Operative :
Per l'ottenimento del visto Cina possiamo provvedere noi contattando direttamente i consolati. Per lo svolgimento della pratica bisogna spedire i passaporti, 2 fototessere e i moduli relativi compilati.

Voli :
Sono sempre più numerose sono le possibilità di raggiungere la Cina con l'aereo. Il volo diretto dall'Italia da Roma e Milano dura circa 10/11 ore con Air China e Alitalia. Altre compagnie come Lufthansa, Austrian Airlines, KLM, Thai Airways ecc. offrono, a volte a prezzi più interessanti, numerosi voli settimanali che prevedono scali a Parigi, Amsterdam, Vienna, Zurigo, Francoforte, Bangkok con diverse città della Cina come Pechino, Shanghai, Hong Kong, Senchen, X'ian, Chengdu hanno buoni collegamenti con il mondo. I voli interni sono gestiti da un paio di vettori, che si dividono diversi settori.
Per i nostri tour utilizziamo come base i voli Air China in partenza da Roma e Milano. Nel caso di scarse disponibilità o di tariffe più vantaggiose utilizzeremo altre compagnie tra quelle sopra elencate, con relativo supplemento da comunicare al momento della prenotazione.

 

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.