ECUADOR e GALAPAGOS

Informazioni generali di viaggio


Capitale:
Quito, situata a 2.850 mt

Superficie:  256.000 km2 nella parte continentale,più 8000 km2 nelle Galapagos

Popolazione: All’incirca 12 milioni di abitanti di differenti origine etniche

Requisiti consolari: Al momento i viaggiatori di nazionalità italiana non hanno bisogno di nessun visto per entrare come turisti

Tasse: Imposta o tassa aeroportuale da pagare alla partenza dall’Ecuador : USD $25.00. Imposto d’entrata al Parque Nacional Galapagos: USD $100.00.

Salute: Nel paese non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria. Se si pensa di viaggiare in Amazzonia, potrebbe essere consigliata una vaccinazione contro la febbre gialla.
Si consiglia di bere sempre acqua in bottiglia, di non mangiare frutta o verdura senza averla lavata. Le persone sensibili all’altitudine, con problemi cardiaci, o di pressione dovrebbero consultare il proprio medico prima di mettersi in viaggio. Si consiglia di portare con sè alcuni medicinali di prima necessità, tipo: aspirina, choramina, bende, Imodium, etc. A chi visita l’Amazzonia si consiglia di portare un buon repellente ed una crema antibiotica per le punture degli insetti, da non dimenticare anche un protettore solare

Lingua: Lo spagnolo è la lingua ufficiale dell Ecuador. Esistono anche varie lingue indigene, ed il Quichua è il più usato. Nelle città l’inglese è abbastanza diffuso.

Moneta: La moneta locale dal settembre 2000 è il dollaro americano. Si raccomanda di munirsi di dollari di piccolo taglio o di traveller cheques. I pagamenti in Euro non sono ancora diffusi. Conviene cambiare i propri soldi nelle “casas de cambio” che solitamente offrono una tariffa di cambio migliore. Le carte di credito vengono accettate nella maggior parte degli hotels e nei centri commerciali, la Visa e la Mastercard sono le più accettate

Fuso orario: La differenza oraria varia in base al nostro orario. In inverno: ci sono 6 ore di differenza in meno rispetto all’Europa. In estate: ci sono 7 ore di differenza in meno rispetto all’Europa.

Corrente elettrica: E’ di 110 Volts. E’ necessario portare un adattatore di corrente con presa piatta americana. Le barche che vanno alle Galapagos hanno la corrente a 220 V e 110 V.

Telefono: Per chiamare in Italia dall’Ecuador, comporre lo 0039 seguito dal prefisso della propria città.

Clima: Dovuto al fatto che Ecuador si trova situato a latitudine 0 e che la sua geografia è piena di contrasti, estate ed inverno si mescolano quotidianamente. Bisogna sempre tenere a mano un impermeabile ed una giacca di lana. Per la forte luminosità è consigliabile avere con sé occhiali da sole, crema solare ad alta protezione. I dolori di testa provocati dall’altitudine, scompaiono con una coca cola o con una caramella.
L’Ecuador è diviso in quattro regioni naturali : La Costa, Le Ande o Sierra, Amazzonia e Galapagos. Ad ognuna di queste zone corrisponde un clima che vi indichiamo a seguito. Esistono anche una gran varietà di micro- climi.

Costa: Temperatura media : 23 a 30 gradi celsius
Nord: Stagione umida da Gennaio a Giugno, caratterizzata da abbondanti piogge ( più che nella zona sud ) e caldo umido. La stagione secca va da Luglio a Dicembre.
Sud: Stagione umida da Gennaio ad Aprile, caratterizzata da abbondanti piogge, caldo umido ( più che nella zona nord), questa stagione dura meno al sud che al nord. La stagione secca va da Maggio a Dicembre.
La stagione migliore : Da Luglio a Dicembre ( il clima è più fresco, senza pioggia e con un calore sopportabile).

Galapagos: Temperatura Media : da 15 a 22 Gradi celsius
Stagione umida e calda: da Gennaio ad Aprile – pioggia, caldo e poco vento.
Stagione Fredda – da Maggio a Dicembre, la temperatura è più fresca, un po’ di nebbioline dovute alla corrente fredda dell’Humbolt, vento freddo del sud est.
La stagione migliore: Maggio, Novembre e Gennaio ( Non molto caldo, poca pioggia e pochi turisti).

Amazzonia: Temperatura media: dai 30 ai 32 Gradi Celsius.
Piogge tutto l’anno e temperatura umida e calda.
La stagione migliore: da Ottobre a Dicembre – meno pioggia e meno zanzare, Giugno e Agosto – abbastanza piovosi.

Le Ande o Sierra: Temperatura media: dai 14 a 18 Gradi Celsius.
Cordigliera Occidentale: Ovest e altopiani centrali  (Chiles, Cotacachi, Pichincha, Illinizas e Chimborazo)
Inverno: da Dicembre a Maggio stagione umida ( Febbraio e Maggio molto piovosi, Aprile è il mese meno piovoso dell’inverno)
Estate: da Giugno a Settembre stagione secca (ventoso in Agosto), un altro periodo breve di stagione secca è da dicembre al’inizio di Gennaio.
La stagione migliore: Giugno, Luglio e settembre, meno pioggia e miglior visibilità dei Vulcani.
Cordigliera Orientale: zona Est (Cayambe, Antisana, Cotopaxi, Tungurahua, L'Altare e Sangay)
Inverno: Da Giugno ad Agosto, stagione umida con piogge nel tardo pomeriggio e vento da Luglio ad Agosto.
Estate: Settembre a Maggio, stagione secca, il clima subisce una forte influenza del bosco.
La Stagione Migliore: da Ottobre a Febbraio, miglior visibilità dei Vulcani.

Abbigliamento: Il peso concesso dalle linee aeree per il bagaglio è di 20 kg per persona. Per i viaggi in Amazzonia vi consigliamo di utilizzare uno zaino anziché una valigia per facilitare gli spostamenti. Per la grande varietà di clima nel paese, è necessario portare con sé abbigliamento leggero, così come capi pesanti. Si consiglia di portare abbigliamento di cotone, per il caldo, un cappello, occhiali da sole e scarpe comode per camminare; in Amazzonia è indispensabile avere stivali di gomma ( a volte si possono trovare direttamente negli hotel). Nonostante il calore, in Amazzonia è preferibile utilizzare pantaloni lunghi e camicie a maniche lunghe, per proteggersi dalle zanzare. Per i pomeriggi che sono generalmente freschi è meglio avere con sé una giacca pesante, indispensabile anche un impermeabile.

Bagaglio: Se il suo equipaggio viene danneggiato durante il viaggio, al momento in cui lo ritira in aeroporto ( sia all’arrivo o alla partenza ) è indispensabile sporgere denuncia al personale di terra dell’aerolinea prima di lasciare l’aeroporto. Il bagaglio è assicurato dalla compagnia aerea, per questo motivo la compagnia aerea dovrà rispondere dei danni causati durante il trasporto.

Artigianato, mercati, shopping: L’artigianato ecuadoriano è molto ricco di colori e varietà. Durante il viaggio avrete sicuramente modo di visitare almeno un mercato indigeno, dove troverete una grande quantità di articoli tipici : tappeti di lana da appendere alle pareti, ricami, gioielli, sculture, articoli in cuoio e di “balsa” legno tipico, dipinti naif, cappelli di paglia ed altri articoli.

Cucina: Molto buona e variata. A seconda della stagione c’è una grande varietà di frutta e verdura. Differenti tipi di carne vengono utilizzati per la preparazione dei piatti tipici che variano a seconda della regione.

Fotografia: Prevedete una buona quantità di cassette, rullini fotografici, batterie, etc. per caricare la cinepresa portate un trasformatore ed un adattatore di corrente con la presa piatta americana.

Francobolli per l'Europa: Le lettere fino a 20g e le cartoline richiedono un francobollo di circa USD $1,05 spesso risulta difficile trovare i francobolli, chiedete alla guida che vi aiuterà a risolvere il problema.

Gli hotel: Spesso sono antiche Haciendas con tutto il loro fascino e carisma, per cui esisteranno differenze tra le camere, ogni camera ha infatti il suo tocco personale.

Furti: Il rischio di furto esiste in Ecuador come in qualsiasi altro paese. Il passeggero è responsabile dei suoi oggetti personali sia in hotel che per la strada che in bus. Si consiglia di utilizzare sempre le cassette di sicurezza dell’hotel e di tenere gli oggetti personali nella valigia chiusa a chiave.

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Rajatabla.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.